Il problema non è semplicemente l’eccesso di colesterolo totale, ma il rapporto tra colesterolo totale e colesterolo HDL

Controllare solo il livello ematico di colesterolo totale è inutile.
Per abbassare il colesterolo LDL non è assolutamente sufficiente diminuire, anche se di molto, i grassi saturi nell’alimentazione. In caso di ipercolesterolemia occorre seguire tutte le seguenti prescrizioni (che, oltre a regolare il colesterolo, abbassano anche gli altri fattori di rischio cardiocircolatorio).

Foglio malattie cardiovascolari

ESAMI DA CONTROLLARE OGNI 6 MESI

Colesterolo totale, colesterolo HDL, trigliceridi, VES, proteina C reattiva, omocisteina.
(l’omocisteina, se inferiore a 10 per due volte di seguito, va controllata solo una volta all’anno. Il vostro medico potrà prescrivere esami più completi e accurati).

ALIMENTAZIONE

• molte verdure crude e cotte
• eliminare i formaggi (tranne qualche rara spolverata di grana)
• eliminare gli insaccati. Consentiti prosciutto crudo, bresaola e prosciutto cotto senza proteine del latte e polifosfati (privi delle parti grasse);
• diminuire molto le carni bovine e suine. Privilegiare carni bianche (cotte senza la pelle), cavallo, uova (non più di 4 alla settimana, meglio se alla coque o occhio di bue);
• prodotti animali non più di una volta al giorno; nell’altro pasto: legumi, variando molto;
• pesce tre o quattro volte alla settimana (pesce marino pescato, surgelati, trota anche allevata).
• Condimento: olio extravergine di oliva usato a freddo.

INTEGRATORI

• un cucchiaio di lecitina di soia al giorno, per esempio nella Budwig o in uno yogurt magro);
• 2 gr di omega 3 nei giorni in cui non mangia il pesce (per es. 2 capsule Omegor 500 della ditta Vitality o una capsula di Pesce light della Solgar);
• 1 cucchiaio di crusca di avena in due pasti della giornata e un cucchiaino di Psillio in un bicchiere d’acqua nell’altro pasto, presi prima o durante il pasto;
• i cucchiaio di semi di lino macinati al momento di mattino a colazione, nella crema Budwig o in uno yogurt. Se non è possibile a colazione, più tardi nella giornata in una minestra o su un’insalata.

ALTRI CONSIGLI

• Fare molto movimento: camminate o nuoto o palestra;
• Evitare stress fisici ed emozionali: fare esercizi di distensione.
• Tenere sotto controllo il peso: si raccomanda anche per questo un regolare esercizio fisico.