Il Metodo Kousmine, pur essendo un metodo medico-scientifico (la dottoressa Kousmine è stata un’accurata ricercatrice ed ha esercitato la professione di medico per tutta la vita), si differenzia profondamente dalla mentalità che oggi domina la pratica della medicina nel mondo occidentale.

Il metodo Kousmine non è solo un regime alimentare: è una terapia complessa che comporta un piano differenziato di interventi.

Normalmente la medicina convenzionale affronta la malattia come un evento a sé, indipendentemente dalla personalità, dallo stile di vita, dalle abitudini alimentari del malato. Quindi la cura è sempre rivolta contro le cause specifiche immediate della malattia, spesso semplificate in agenti virali o batterici. Quasi mai si cerca di aumentare le difese naturali contro gli agenti patogeni; raramente si opera per consolidare lo stato di salute, il benessere psico-fisico della persona.

Sappiamo tutti che invece la medicina orientale cura la persona anziché la malattia e tende perciò più alla prevenzione che a fare terapia quando la malattia è già in atto. Nonostante questo ha avuto un successo storico nettamente inferiore rispetto alla medicina occidentale nella cura delle malattie più gravi.

Il merito della dottoressa Kousmine è stato di privilegiare l’aspetto preventivo e il rispetto della totalità della realtà umana, integrandolo però con la scientificità e le scoperte terapeutiche della medicina moderna.

Ha ottenuto così di non perdere nulla delle conquiste scientifiche recenti, ma anche di scendere in profondità nelle cause delle malattie, con risultati più efficaci e duraturi. In particolare ha focalizzato la sua attenzione e i suoi interventi terapeutici sulla relazione tra alimentazione e salute, intuendo il rapporto profondo, spesso determinante, che c’è tra il modo di nutrirsi e lo stato di salute generale dell’organismo.

In questo modo il Metodo riesce a raggiungere le cause profonde della malattia, senza fermarsi ad eliminare i sintomi, come spesso succede nelle terapie convenzionali.

Il metodo Kousmine non rifiuta l’impiego di farmaci né di nessuna delle normali terapie mediche. Tende però a ridurne la necessità (e quindi anche le conseguenze indesiderate) rafforzando il sistema immunitario del malato, che riesce perciò a combattere sempre più efficacemente gli agenti patogeni.

Persino con terapie estreme e debilitanti come le chemioterapie, il metodo di cura Kousmine favorisce un recupero più rapido ed attenua i sintomi negativi della terapia.

I cinque pilastri su cui si basa il Metodo Kousmine:

1. Alimentazione
2. Acidosi e controllo del pH urinario
3. Igiene intestinale
4. Integratori
5. Vaccini