Il procedimento descritto può sembrare complicato, ma in realtà è facilissimo se ci si prende un po’ la mano. È comunque il modo più semplice ed elegante per fare involtini.

Ingredienti

Dosi per 2 persone:

1 confezione di crespelle orientali (Vietnam, Cina, ecc.) di riso.

Preferite quelle larghe più di 20 cm. In Italia si trovano nei reparti etnici dei supermarket (ma purtroppo spesso sono quelle di marca Suzi Wan, troppo piccole) o, meglio, nei negozi di prodotti alimentari orientali. In Svizzera in tutti i supermercati Migro o Coop. Normalmente una confezione ha una ventina di crespelle. Sulla confezione spesso il nome è in francese: Galettes de riz.

Sono fatte di sola farina di riso ed acqua. Si presentano come dei fogli circolari (evitate quelle quadrate) sottilissimi, semitrasparenti e un po’ rigidi. Straordinarie per fare involtini di ogni tipo. In Svizzera e nei negozi etnici costano poco, mediamente un paio di euro per una confezione da 20. Non è possibile farle in casa da soli.

Preparazione

  1. Preparate un recipiente più largo delle crespelle, con acqua tiepida leggermente zuccherata;
  2. Immergete le crespelle, una per una, nell’acqua, lasciandole per un paio di minuti;
  3. Estraetele e disponetele su un panno da cucina in cotone e lasciate riposare per un altro paio di minuti, finché si ammorbidiscano;
  4. Per lavorare rapidamente conviene avere spazio sul panno per due crespelle: quando togliete una crespella (A) dall’acqua la disponete sul panno, immergete la successiva (B), iniziate a mettere il ripieno sulla crespella A, estraete la B e deponetela sul panno, immergete una nuova crespella, avvolgete la A come indicato sotto e riponetela sulla teglia, mettete il ripieno sulla B, estraete la C e mettetela al posto lasciato dalla A e così via. In questo modo il procedimento sarà velocissimo;
  5. Le crespelle si avvolgono così: mettete il ripieno in una specie di rotolino omogeneo sulla metà inferiore della crespella, arrotolate premendo bene per non lasciare aria fino a metà;
  6. Piegate i due lembi laterali e completate l’avvolgimento.

Si avrà una chiusura migliore se si passerà sul lembo finale con un pennellino o anche solo con un dito una miscela di acqua e maizena (o anche farina di frumento, se non c’è il problema dell’intolleranza al glutine). In genere prima di servirle sono tagliate in pezzi più piccoli.