Un piatto superbo ed economico, che valorizza la carne del tacchino, di per sé un po’ insipida.
Diventa piatto unico se aggiungete 1kg di patate a pezzetti, con la carne disossata, sostituendo così la polenta o il riso che accompagnano il piatto.

Ingredienti

Dosi per 2 persone:

  • 1 coscia di tacchino (circa 800 gr)
  • 1 carota
  • 1 gamba di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 porro (la parte bianca)
  • 1 chiodo di garofano
  • 1/2 litro di vino rosso robusto
  • 1/2 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 foglie di salvia
  • 1 rametto di timo o santoreggia
  • noce moscata
  • sale

Preparazione

  1. La sera precedente tritate grossolanamente le verdure e mettetele in un recipiente stretto (pirex, acciaio inox o smaltato), insieme agli aromi (eccetto la noce moscata) e la coscia di tacchino senza pelle;
  2. Irrorate bene usando tutto il vino e conservate al fresco;
  3. Il mattino successivo girate la coscia di tacchino e lasciatela ancora qualche ora a macerare;
  4. Mettete il tutto, con poco sale, in una casseruola a fuoco vivo e portate a bollore;
  5. Continuate la cottura a fuoco leggero per 40 minuti;
  6. Spegnete e lasciate raffreddare per un po’ di tempo;
  7. Disossate la coscia, separando la carne dalle ossa e dai tendini;
  8. Tagliate la carne in pezzi per formare dei bocconcini;
  9. Frullate in un mixer il sugo di verdure, dopo aver estratto rosmarino ed alloro, e rimettetelo nella casseruola con la carne;
  10. Regolate di sale e riprendete la cottura per circa 10-15 minuti;
  11. Stemperate la farina in mezzo bicchiere d’acqua, fino ad eliminare tutti i grumi;
  12. Aggiungetela alla salsa, mescolando accuratamente;
  13. Grattugiate sul sugo pochissima noce moscata;
  14. Continuate la cottura per pochi minuti;
  15. Servite ben caldo con polenta o riso integrale. Se volete, potete aggiungere olio, ma non è necessario