Le artrosi sono tutte difficilmente curabili. Si può migliorare – anche molto – la situazione, ma non eliminare completamente il problema.
Punti da osservare, tutti con molta accuratezza, sono:

  • Alimentazione corretta e molto rigorosa con poche proteine animali;
  • Controllo dell’acidosi tessutale (uno degli aspetti più importanti);
  • Controllo dell’igiene intestinale: regolarità delle scariche e pulizia periodica dell’intestino;
  • Integratori alimentari scelti con cura e assunti con costanza.
Foglio sintesi artrosi

MOVIMENTO

Altrettanto importante è il movimento, nonostante i dolori: va fatto con prudenza, ma con costanza, seguendo i consigli di un fisiatra e del proprio fisioterapista.

Il dolore va controllato, anche con disinfiammanti e, se non è possibile altrimenti, con antidolorifici (solo seguiti da un medico);

  • per migliorare la qualità della vita;
  • per impedire contratture muscolari.

Controlla la postura e l’assetto scheletrico  con un buon osteopata.

 

ALIMENTAZIONE

L’alimentazione è al centro della terapia per gli effetti negativi o positivi che ha.

  • negativi: alcuni cibi hanno effetto infiammatorio (es. quelli che contengono troppi grassi saturi o un eccesso di omega-6). Anche l’eccesso di zuccheri e di proteine animali, soprattutto da carni rosse e salumi, è infiammatorio;
  • positivi: altri cibi hanno un potente effetto antiossidante e antinfiammatorio (alcune famiglie di verdure, il pesce, etc);
  • attenzione non solo a non mangiare i “cibi spazzatura” e ad assumere i “cibi della salute”: curate anche l’equilibrio tra i cibi. Ogni pasto deve tendere ad avere:
    – verdure crude e verdure cotte
    – proteine e carboidrati
    – oltre ad olio extravergine di oliva, usato a freddo

Attenzione, senza esagerazioni, ad eventuali intolleranze personali. Per un certo numero di persone possono aggravare i sintomi:

  • pomodori (soprattutto crudi), patate, e le altre solanacee (melanzane, peperoni, ecc.)
  • occorre verificare anche la tolleranza dei cereali contenenti glutine (grano, segale, orzo) e di alcune verdure della famiglia dei cavoli.

La maggior parte delle persone non ha questi problemi.

 

INTEGRATORI

Gli integratori alimentari non sostituiscono mai una corretta alimentazione né i farmaci necessari alla salute. Rivolgiti ad un medico kousminiano, evitando pericolosi fai-da-te.

I seguenti integratori si sono rivelati efficaci e sono consigliati per iniziare e dovranno essere sottoposti alle indicazioni del tuo terapeuta kousminiano:

  • 1 cucchiaio e mezzo di semi di lino + 1 cucchiaio di cereali bio crudi (tipo grano saraceno, riso, orzo, avena, ecc.) macinati al momento nella crema Budwig (o in una minestra);
  • 2 capsule da 1 gr circa di olio di pesce, nei giorni in cui non mangi pesce;
  • 3 capsule al giorno (ai pasti) di Curcuma composta (è curcuma con piperina e catechine del tè verde. La puoi trovare ordinare, anche con spedizione a distanza, ad esempio presso la Farmacia Sguazzini o Tel. 0321.53 716)
  • cloruro di magnesio, in una di queste due forme:
    60 gr di cloruro di magnesio, sciolto in 2 litri di acqua: ne puoi assumere due tazzine da caffè al giorno, prima o dopo i pasti principali
    4 compresse al giorno distribuite tra i pasti di cloruro di magnesio rivestito (per es. SB s.r.l Origini naturali)
  • olio di borragine o Ribolio: 3 capsule al giorno, tutte insieme a colazione o distribuite tra i pasti (per 5 gg alla settimana e 3 settimane al mese)
  • acido Boswelico, in una di queste due forme:
    4 capsule di Artiglio composto della Farmacia Sguazzini o Tel. 0321.53 716) da portare a 3 e poi a 2 alla riduzione dei dolori.
    6 pastiglie di Deumis (Princess), da portare a 4 e poi a 3 alla riduzione dei dolori;
  • 1 cucchiaio raso sciolto in acqua di Gelaform Proteine Gold (in polvere, non in capsule)
  • un sostanziale apporto di concentrati di frutta e verdura, tipo JuicePlus (www.juiceplus.it o incaricati) o Nutrilite trivalente.